Font Size

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

sabato 9 aprile 2016. Oasi wwf di Alviano. Giornata di fotografia naturalistica con il fotografo Marco Branchi.
appuntamento alle ore 9 presso l'ingresso dell'Oasi. Sessione mattutina e pomeridiana. Possibilità di fotografie da capanno,
da capanno con mangiatoia per passeriformi, riprese di paesaggio nell'oasi e macrofotografia.


Mostra fotografica di Marco Branchi
"Luci e colori"

venerdì 4 dicembre h. 15 inaugurazione
sabato 5 dicembre apertura h.10am chiusura h.18.30

INGRESSO GRATUITO

Amiche e amici di Castelli Romani Green Tour, siamo lieti di invitarvi alla presentazione del nostro calendario eventi 2016.
Nella splendida cornice del Villino Volterra ad Ariccia in due giornate ricche di attività, vogliamo condividere con voi i progetti sviluppati sul territorio che, grazie anche al vostro supporto, siamo riusciti a portare avanti. La nostra Associazione è cresciuta e oggi siamo pronti ad offrirvi tante iniziative, per garantire sempre ai nostri soci il meglio dell’offerta turistica e culturale locale.

Si comincia venerdì 4 dicembre con le visite guidate al giardino del Villino Volterra, armonioso giardino all’italiana ricco di splendide piante e secolari alberi ad alto fusto, e con l’inaugurazione della mostra di fotografia naturalistica “Luci e colori” di Marco Branchi. 

Con una passeggiata fotografica, adatta a tutti, nei colori autunnali sul monte Artemisio, si inaugura la collaborazione tra Marco Branchi e l'associazione Castelli Romani Green Tour, da anni operante nel territorio dei castelli con interessanti iniziative.

FOTOGRAFARE L'AUTUNNO SUL MONTE ARTEMISIO.

Sabato 14 novembre.

Tra tutti i soggetti fotografici tipici dell’autunno, le foglie rappresentano l’elemento simbolico per eccellenza. Ciò che le rende speciali è ovviamente il colore o, più precisamente, i colori.
Con la guida di Marco Branchi, esperto fotografo naturalista, saliremo sul Monte Artemisio per catturare l’ampia gamma di colori autunnali che caratterizzano il paesaggio veliterno. Non mancate!

Durata 3 ore circa.

Appuntamento ore 8,30 a Velletri all'edicola davanti al Cimitero.

Mostra fotografica "Camminando - natura dietro l'angolo". Ex Cartiera Latina. Parco Regionale dell'Appia Antica. Via Appia Antica 42. Roma
Inaugurazione sabato 30 maggio 2015 ore 17. Fino al 14 giugno. Orario: sabato e domenica 10-18. I giorni feriali su prenotazione.
info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 
La mostra è divisa in tre sezioni: natura in bianconero, orchidee spontanee, il colore della luce.

All'interno della 20 edizione della manifestazione "orchidee dal mondo" in programma a Monte Porzio Catone nei giorni 17, 18 e 19 aprile 2015, si terrà la mostra fotografica "orchidee spontanee del lazio" di Marco Branchi. Verranno esposte immagini formato 30x45 di orchidee spontanee del  territorio dei Castelli Romani e del Lazio.

            

Marco Branchi, il teorico della lentezza
Solitamente nelle proprie biografie si inseriscono notizie sulla propria attività con il malcelato proposito di far vedere l'importanza dei propri lavori e il significato delle proprie opere. Quindi tutti bravi e significativi nel proprio campo. Tutti artisti. Le biografie mi ricordano tanto i Camposanti, dove non esistono quelli che a Roma si chiamano "fiji de 'na bona donna", ossia tutti bravi, lavoratori indefessi e fulgido esempio di attaccamento alla famiglia, alla patria, a quello che vi pare. Per me la fotografia naturalistica è stata l'occasione di conoscere e vivere situazioni. Giacomo che "brucia i bianchi" della Volpe, Cantianì che pazzo di contentezza si schiaffeggia la panza nuda in un campo di lavanda, il vento che accarezza il viso, l'incontro con il Lupo, l'apparizione dell'Orso bruno marsicano. I compagni di viaggio e di scatto, le cene da Nunzio, il mitico rifugio di Gerardo, i fenicotteri che riempiono il cielo arrossato dal tramonto. E poi basta perchè altrimenti diventa un racconto.

 

Marco Branchi théoricien de lalenteur
Habituellement dans les Autobiographies fits ajustement sur ses activités dans le but non dissimulé de montrer l'importance du travail et le sens de leurs œuvres. Donc, tout bien, importante et brillante. Tous artistes. Les biographies me rappellent tellement les cimetières, où il ya ceux qui sont appelés à Rome "fiji de 'na bona donna",, a savoir, qui travaillent dur et brillant exemple de dévouement à la famille, à son pays, et ce que vous voulez. Pour moi, la photographie de nature a été l'occasion de connaître et vivre de situations . Giacomo, qui «brûler les blancs" de rainard, Cantiani, fou de bonheur qui se gifle le ventre nu, dans un champ de lavande, le vent caressant le visage, la rencontre avec le loup, l'apparition de l'ours brun Marsicano. Compagnons de voyage et des séance des photo, les dîners chez Nunzio, le refuge légendaire de Gerardo, flamants roses qui remplissent le ciel rougi par le soleil couchant. Et puis juste parce que sinon il devient une histoire.

 

Page 2 of 2